ora sei in Homepage | _sezioni offline | turismo_offline | cosa vedere | genova tradizioni | calendario
Settembre
PALIO DELLA TAVOLA BRONZEA
Descrizione:
La Storia: La Tavola Bronzea di Polcevera è un documento relativo ad una controversia di carattere agrario del 117 a.C. Nella seconda metà del II sec. a.C., quando Genova era federata a Roma e aveva sotto la sua giurisdizione la popolazione dei Veturi Langensi, stanziati nel territorio della Val Polcevera, i Genuati tendevano a privilegiare lo sfruttamento dei boschi, mentre i Langensi erano interessati soprattutto alle colture prative. La contesa per i confini raggiunse una fase talmente acuta e densa di contrasti e disordini che fu necessario ricorrere al supremo tribunale di Roma. La delicata posizione del territorio langense indusse il Senato Romano a intervenire; nel 117 a.C. furono inviati in Val Polcevera due magistrati, Quinto e Marco Minucio Rufo, con i loro tecnici e i legati genuate e langense. Dopo un'attenta ispezione la controversia fu composta e furono impartite le disposizioni per la determinazione dei confini. Tornati a Roma, i magistrati dettarono la sentenza; essa fu incisa su due tavole di bronzo che furono consegnate alle parti in causa.
Nel 1506 un a di tali tavole fu ritrovata nel torrente Pernecco in località Isola di Pedemonte (vicino a Serra Riccò) dal contadino Agostino Pedemonte che, pensando di poter ricavare del denaro dalla vendita del metallo, la portò in città, dove la tavola venne acquistata da un calderaio. Il Governo della Repubblica di Genova, appreso della sua esistenza da uno studioso, la comprò intuendone il grande valore storico.
La tavola ebbe da allora diverse collocazioni: dapprima un muro della Cattedrale, poi una sala del palazzo dei Padri del Comune, quindi Palazzo Ducale e, infine, a Palazzo Tursi (fino al 1993), da dove è stata rimossa per essere conservata nel Museo di Archeologia Ligure di Villa Pallavicini a Pegli.
La Tavola Bronzea di Polcevera porta un'importante testimonianza storica sulla Genova del II sec. a.C. che appare una città in forte espansione sia dal punto di vista territoriale sia commerciale, che sottomette nuove popolazioni, pur con rispetto e senza soffocare la loro autonomia.

La Festa: Nel mese di Settembre, a Pontedecimo, dal 1991 si tiene il Palio della Tavola Bronzea, una manifestazione che vuole commemorare sia i fatti del 117 a.C. sia il ritrovamento della tavola nel 1506. Ogni anno si svolgono varie celebrazioni tra cui mostre-mercato, bancarelle e gare; in questo ambito, nel pomeriggio di Domenica si svolgono le competizioni di tiro con l'arco medievale, tiro alla fune a squadre e corse a cavallo con lancia,anelli e saracino tra i Comuni polceveraschi. Il vincitore si aggiudica la riproduzione della Tavola romana. La sera dello stesso giorno ha luogo il Corteo Storico commemorativo.

Nel 2008: domenica 14 settembre
Comuni Valpolceveraschi
Celebrazioni, mostra-mercato, bancarelle, gare, animazione, Palio, Corteo storico commemorativo
Ogni anno, dal 1991, si tiene la manifestazione che vuole commemorare i fatti del 117 a.C. e il ritrovamento della tavola nel 1506 da parte di un contadino di Pedemonte. La Tavola reca incisa la sentenza del Senato Romano con la quale i Consoli Quinto e Marco Minucio Rufo conclusero (117 a.C.) la disputa tra i Genoati e i Veturi Langensi per il diritto di sfruttamento agricolo e pastorale dell’alta Valpolcevera allora attraversata dalla Via Postumia.
Domenica 14 settembre 2008
Corteo Storico
Con la partecipazione del Gonfalone del Corteo Storico di Genova

Palio della Tavola Bronzea e Corteo Storico
Il vincitore del Palio si aggiudica una riproduzione della tavola
(con il coinvolgimento delle Circoscrizioni e dei Comuni della Val Polcevera)
Info:
- Municipio V -  Valpolcevera/Ufficio Manifestazioni
Passo Torbella, 12
Tel. 0104698001 / Fax 010716190
- Comune di Serra Riccò
Via Antonio Medicina 22, Pedemonte
Tel. 010751981 / Fax 010751442
- Comune di Genova
Settore Promozione della Città Turismo e Spettacolo/Area Eventi e Tradizioni
Via Sottoripa 5
Tel. 0105574236 / Fax 0105574234
indietro
segnala questa pagina
stampa
torna a inizio pagina

Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | centralino 010557111
C.F. /P. IVA 00856930102 | pec: comunegenova@postemailcertificata.it | Privacy