"Genova Notizie" -  Agenzia quotidiana di stampa del Comune di Genova. Registrazione del tribunale di Genova  n.6/1996 direttore responsabile e capo redattore Simonetta Menini
19/11/2014
INCONTRO TRA SINDACO E MINISTRO DELL'ECUADOR
Nella serata di ieri il ministro delle Relazioni estere e della Mobilità umana della Repubblica dell’Ecuador, Ricardo Patiño, la viceministra di Giustizia, diritti umani e culti Alexandra Jamarillo, la parlamentare Gina Godoy e una delegazione del Governo dell’Ecuador, si sono incontrati a Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, con il sindaco Marco Doria e una rappresentanza della Giunta comunale.
L’incontro molto cordiale ha consentito un lungo e approfondito esame della condizione della comunità ecuadoriana a Genova, con particolare riguardo alle politiche sociali per l’integrazione  delle famiglie  e dei minori.
Il ministro e il sindaco hanno condiviso e sottolineato l’importanza di proseguire e sviluppare una stretta collaborazione con l’obiettivo comune di migliorare la condizione dei genovesi di origine ecuadoriana.
È questo lo scopo principale dell’Accordo raggiunto tra il Consolato dell’Ecuador e il Comune di Genova per la tutela dei minori, con speciale attenzione ai casi di disagio familiare. L’Accordo permette al Governo dell’Ecuador di fornire il proprio appoggio alle famiglie residenti a Genova, collaborando con il Comune attraverso le attività di prevenzione, migliorando l’informazione verso le famiglie e accrescendo il loro spazio di espressione.
Il ministro ha ringraziato per l’impegno manifestato dall’Amministrazione comunale mentre il sindaco ha rilevato che l’esperienza di confronto e di collaborazione avviata con le autorità ecuadoriane è di aiuto al Comune di Genova per affinare le politiche sociali in un’ottica interculturale.
Il ministro ha sottolineato la duplice esigenza della tutela dei bambini e della integrità della famiglia e ha espresso l’auspicio che, grazie all’Accordo e alla concreta collaborazione tra il Consolato e i Servizi sociali e socio educativi del Comune di Genova, si creino le condizioni per ridurre i casi di allontanamento di minori dai genitori e quando ciò sia inevitabile, si promuova  l’affidamento ai parenti che si trovano in Italia o in altri Paesi e si agevolino i contatti familiari.
Il sindaco ha assicurato l’impegno dell’Amministrazione comunale a mettere in pratica gli indirizzi dell’Accordo auspicando che la collaborazione con il Governo dell’Ecuador e con il Consolato, aumenti la fiducia della comunità ecuadoriana nei confronti dei servizi sociali e venga riconosciuto l’impegno del Comune nel  sostegno alle famiglie in difficoltà.
A conclusione dell’incontro il Ministro e la delegazione hanno espresso vicinanza e solidarietà alla città di Genova per la dolorosa esperienza dei recenti eventi alluvionali.
17/11/2014
INCONTRO DEI SINDACI CON IL SOTTOSEGRETARIO DEL RIO E IL PREFETTO GABRIELLI
Lavori di somma urgenza appena completati già spazzati via dalle nuove frane, 300 strade   interrotte, frazioni dell’entroterra isolate, famiglie evacuate, fasce perfettamente coltivate così come terreni abbandonati comunque franati, comuni che hanno i soldi bloccati dal patto di stabilità e altri senza più un euro. Il quadro che i sindaci dell’area metropolitana consegnano al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Del Rio e al prefetto Franco Gabrielli è drammatico. “I problemi dell’entroterra appenninico sono comuni a grande parte della città di Genova – osserva il sindaco Marco Doria – e a questi, sulla costa, si aggiungono quelli delle aree cementificate, con le esondazioni e il rischio alluvionale dei torrenti principali.” L’incontro, promosso dal prefetto Fiamma Spena, è introdotto dal presidente della Regione Claudio Burlando e dal sindaco Doria che insiste sulla necessità di cambiare davvero l’allocazione delle risorse a favore del riassetto del territorio, di fronte a cambiamenti climatici che mettono a nudo ancor più duramente gli errori del passato. Ma soprattutto la necessità di tempi celeri, normative semplificate e azioni urgenti per risollevare un tessuto economico provato ed esausto.
L’appello dei primi cittadini è accorato, commosso, sintomo di giornate trascorse a stretto contatto con il dolore degli abitanti. Ed è questa la prima considerazione che il sottosegretario Del Rio riferisce ai giornalisti nella conferenza stampa a conclusione dell’incontro con gli amministratori.
L’esponente del governo fornisce inoltre alcune risposte alle richieste che i sindaci hanno rivolto al governo. Innanzi tutto l’impegno a sostenere i sindaci che in queste ore devono decidere lavori di somma urgenza anche in mancanza di risorse. “Non ci saranno limitazioni” afferma Del Rio, che ricorda poi l’ordinanza di Protezione civile già emessa per consentire la rimozione dei detriti dall’alveo dei fiumi in deroga alle normative ordinarie e ancora l’annuncio di un emendamento che assegni ai comuni alluvionati uno “sconto” ulteriore sulla riduzione dei vincoli del patto di stabilità e la possibilità di contrarre nuovi mutui. Per quanto riguarda gli interventi strutturali, il sottosegretario richiama lo stanziamento di 110 milioni dello “Sblocca Italia” a favore delle aree metropolitane in cui rientra una prima quota del finanziamento per il terzo lotto del rifacimento della copertura del Bisagno e l’impegno a ulteriori stanziamenti per opere di riassetto del territorio. “Gli interventi sul Bisagno - afferma - saranno completati.”
13/11/2014
COMUNE E REGIONE PER IL TEATRO NAZIONALE
Il consiglio di amministrazione e i revisori dei conti del Teatro Stabile di Genova hanno avuto questa mattina un approfondito incontro con il sindaco Marco Doria e con l’assessore regionale Angelo Berlangieri e l’assessore comunale Carla Sibilla. Nell’incontro, dopo aver preso atto della scadenza che porterà la Provincia di Genova a uscire dal ruolo di Socio del Teatro, si è analizzato il percorso che il Teatro Stabile e le Amministrazioni dovranno di concerto compiere verso l’ottenimento per il Teatro stesso della qualifica a Teatro Nazionale.
Apprezzata la qualità del lavoro svolto in questi anni dal direttore del Teatro Carlo Repetti e dalla sua squadra, lavoro che ha consentito al secondo Teatro Stabile d’Italia - e non solo per anzianità - di svolgere un’attività in continua crescita qualitativa a fronte di costanti pareggi di bilancio, le Amministrazioni comunale e regionale hanno convenuto di sostenere fortemente la candidatura del Teatro di Genova a Teatro Nazionale.
Per giungere a questo obiettivo primo passaggio sarà la revisione dello statuto del Teatro, volta a recepire i nuovi obblighi contenuti nel decreto legislativo. Sono state definite sia la bozza del nuovo statuto sia le scadenze che porteranno prima l’Assemblea del Teatro e quindi i Consigli comunale e regionale alla approvazione dello stesso.
Inoltre è stato dato incarico all’attuale direttore di impostare, come richiesto dal decreto, il programma dell’anno teatrale 2015 che dovrà essere presentato assieme ai progetti 2016 e 2017 entro il 31 gennaio prossimo.
La riunione si è conclusa con l’impegno di tutti a mettere in atto le strategie necessarie affinché il Teatro Stabile di Genova possa diventare Teatro Nazionale, collocandosi così nella prestigiosa definizione che si è storicamente meritato.
Gli ultimi 30 comunicati stampa di Genova Notizie
Pagina a cura dell'Ufficio Stampa
Simonetta Menini - Silvia Stefani - Claudio Critelli - Patrizia Schiavone
indietro
segnala questa pagina
stampa
torna a inizio pagina

Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | centralino 010557111
C.F. /P. IVA 00856930102 | pec: comunegenova@postemailcertificata.it | Privacy