Nel civico 13 di piazza Cavour si conserva un poderoso muro in blocchetti di pietra, absidato nella parte a monte, pertinente a un edificio, probabilmente un ninfeo, prospiciente il porto.

Nella sua prima fase edilizia, che risale al I sec. d.c., l'edificio era decorato con affreschi e mosaici parietali in tesserine di vetro e conchiglie, rinvenuti negli strati di distruzione e arricchito forse di fontane o vasche in spesse lastre di marmo a incastro, che furono in seguito (III sec. d.c.) riutilizzate per realizzare un pavimento tuttora visibile.
Foto: Muri e pavimenti in lastre di marmo

Dal pavimento fu recuperata nel 1902 anche un'epigrafe con dedica a Marco Agrippa, genero di Augusto, pertinente a un monumento o edificio dedicato a  questo personaggio, da cui deriva l'erronea denominazione del palazzo.
indietro
segnala questa pagina
stampa
torna a inizio pagina

Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | centralino 010557111
C.F. /P. IVA 00856930102 | pec: comunegenova@postemailcertificata.it | Privacy