Permessi occupazione suolo a fini edili
Chi può presentare la domanda
- Proprietario
- Amministratore o altra persona autorizzata

Come
Tramite accesso al portale dei servizi online del Comune

Informazioni tecniche:
L'uso dello scanner deve portare a documenti di dimensioni trattabili in rete, per cui si consiglia una definizione non superiore a 200 dpi e l'uso del "bianco e nero".

 Allegati da inserire nella procedura
   (durante la fase di presentazione dell'istanza)
 stralcio planimetrico della località in scala 1:2000 con indicata l’area interessata dall’occupazione
 planimetria 1/200 con evidenziata la dimensione della sede stradale, dell’occupazione  e il posizionamento delle strutture provvisionali.

L’elaborato grafico dovrà riportare inoltre l’indicazione della viabilità vigente sull’area contenente: sensi di marcia, segnaletica orizzontale, fermate AMT, zone a parcheggio (merci, disabili, blu area, parcheggio libero…), passi carrai, zone cassonetti AMIU, impianti semaforici, verde pubblico. L’individuazione di tali elementi dovrà essere riportata in specifica legenda.

Le informazioni mancanti nella planimetria, in quanto di difficile definizione (quali a titolo di esempio segnaletica verticale, linee filobus, presenza di chiusini e caditoie stradali, elementi di arredo urbano) dovranno essere specificati in un’apposita relazione accompagnata da materiale fotografico illustrativo da cui sia possibile rilevare le eventuali interferenze con l’occupazione richiesta.

Le planimetrie di cui sopra possono essere ricavate da strumenti messi a disposizione dalla rete internet.

 2 fotografie dell’area con angoli di ripresa differenti
 cronoprogramma dettagliato dei lavori (fasi e loro durata)
 copia contratto per l’esecuzione dei lavori tra amministrazione e ditta
 ricevuta  pagamento diritti di sopralluogo e bollo di stato (prodotta in
  automatico e scaricabile dalla procedura)
 fotocopia documento d'identità del richiedente
 fotocopia documento d'identità del rappresentante della ditta
 polizza assicurativa, stipulata dalla ditta esecutrice dei lavori,  volta a
  garantire il risarcimento per tutti gli eventuali danni subiti da persone o cose
  nel corso dell’esecuzione dei lavori
 eventuale delega del committente a favore del soggetto che inserisce la
  domanda

La domanda deve contenere la durata dell’occupazione. Tale periodo non potrà eccedere quanto stabilito dall’art.27 del  Regolamento Edilizio Comunale in merito ai termini massimi per l’esecuzione dei lavori a seconda delle diverse tipologie d’intervento. (MAX TRE ANNI).

Rilascio concessione
La concessione viene rilasciata a seguito dell’inserimento, da parte del richiedente, della ricevuta di pagamento richiesto dall’ufficio permessi all'interno della procedura  e della comunicazione della data di  inizio lavori
Proroga  occupazione suolo a fini edili
Se si rende necessario prolungare l’occupazione   oltre i termini stabiliti nella concessione, il concessionario può richiedere una proroga indicando nella domanda le motivazioni per cui i lavori non sono stati ultimati e il nuovo periodo di occupazione. L’importo dovuto dovrà essere versato prima della scadenza della concessione.
Il periodo complessivo di occupazione (concessione + proroga) non può superare il limite massimo stabilito dal Regolamento Edilizio.
Può essere richiesta solo una proroga. Per ottenere la proroga i precedenti pagamenti devono essere regolari. La data di inizio occupazione sarà quella del giorno successivo alla data di fine occupazione della concessione di riferimento.

Quando
Almeno dieci giorni prima della scadenza dell’autorizzazione.

Informazioni
Si possono chiedere informazione presso Ufficio permessi Muncipali

Pagamenti
In fase di presentazione della domanda allegando la ricevuta di versamento prevista in procedura on line
Il preventivo di spesa (canone COSAP, eventuale TIA, bollo di stato, diritti di sopralluogo) è visualizzabile nella procedura online.
Restituzione delle somme depositate a titolo di cauzione per esecuzione lavori

Informazioni al riguardo possono essere richieste direttamente presso l’Ufficio Permessi del Municipio di competenza Ufficio permessi Muncipali

Restituzione delle somme depositate a titolo di cauzione per esecuzione lavori

Informazioni al riguardo possono essere richieste direttamente presso l’Ufficio Permessi del Municipio di competenza Ufficio permessi Muncipali
Occupazione suolo urgente
Il procedimento si attiva quando:
esiste un grave ed incombente pericolo per l’incolumità pubblica
a seguito di intervento dei Vigili del Fuoco e previa comunicazione alla competente sezione di Polizia Municipale che redige apposito verbale.

Come
In carta bollata (imposta di bollo assolta in modo virtuale) + 3 copie in carta semplice,sottoscritta da committente ed impresa esecutrice. Ogni copia dovrà essere corredata da:
 verbale redatto dalla sezione di Polizia Municipale
 stralcio planimetrico della località in scala 1:2000 con indicata l’area interessata dall’occupazione
 planimetria 1/200 con evidenziata la dimensione della sede stradale, dell’occupazione  e il posizionamento delle strutture provvisionali.

L’elaborato grafico dovrà riportare inoltre l’indicazione della viabilità vigente sull’area contenente: sensi di marcia, segnaletica orizzontale, fermate AMT, zone a parcheggio (merci, disabili, blu area, parcheggio libero…), passi carrai, zone cassonetti AMIU, impianti semaforici, verde pubblico. L’individuazione di tali elementi dovrà essere riportata in specifica legenda.

Le informazioni mancanti nella planimetria, in quanto di difficile definizione (quali a titolo di esempio segnaletica verticale, linee filobus, presenza di chiusini e caditoie stradali, elementi di arredo urbano) dovranno essere specificati in un’apposita relazione accompagnata da materiale fotografico illustrativo da cui sia possibile rilevare le eventuali interferenze con l’occupazione richiesta.

Le planimetrie di cui sopra possono essere ricavate da strumenti messi a disposizione dalla rete internet.
 2 fotografie dell’area con angoli di ripresa differenti
 cronoprogramma dettagliato dei lavori (fasi e loro durata)
 copia contratto per l’esecuzione dei lavori tra amministrazione e ditta
 ricevuta del versamento a titolo di diritti di sopralluogo e imposta di bollo tramite bonifico bancario su apposito modulo da richiedere all’ufficio permessi o scaricare dal sito
 fotocopia documento d'identità del richiedente
 fotocopia documento d'identità del rappresentante della ditta
 polizza assicurativa, stipulata dalla ditta esecutrice dei lavori,  volta a garantire il risarcimento per tutti gli eventuali danni subiti da persone o cose nel corso dell’esecuzione dei lavori

La documentazione tecnica dovrà essere fornita anche su supporto digitale in formato pdf - stampabile in formato A4 - Max 1 Mbyte

La documentazione fotografica dovrà essere fornita anche su supporto digitale in formato jpg - Max 500 Kbyte

La domanda deve contenere la durata dell’occupazione. Tale periodo non potrà eccedere quanto stabilito dall’art.27 del  Regolamento Edilizio Comunale in merito ai termini massimi per l’esecuzione dei lavori a seconda delle diverse tipologie d’intervento. (MAX TRE ANNI)

La domanda e relativi allegati possono essere inviati alla casella di posta certificata del municipio competente per territorio Ufficio permessi Municipali

Modulo

Quando
Entro cinque giorni dalla data di inizio occupazione

Rilascio autorizzazione
L’autorizzazione viene rilasciata immediatamente e  a seguito del pagamento di tutti gli oneri: canone Cosap, diritti di sopralluogo, bollo di stato, diritti di segreteria, eventuale deposito cauzionale, eventuale TIA.
L’autorizzazione deve essere sempre conservata in cantiere.

Dove
Accesso agli atti e normativa
Accesso agli atti
Diritto di accesso agli atti
Chiunque abbia un interesse personale, concreto e attuale può prendere visione o avere copia dei documenti amministrativi allegati a  questi procedimenti.
Il diritto si esercita con la richiesta di accesso che può essere presentata sia agli Sportelli del Cittadino sia agli Uffici Permessi dei Municipi.

Normativa
•Legge 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni
•Regolamento attuazione legge 241/90 (Delibera Consiglio Comunale n. 62 del 11/04/2007 e successive modifiche)
•Nuovo codice della strada e Regolamento di attuazione
•Regolamento COSAP (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 17/05/2011)
•Regolamento rottura suolo (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 120 del 19/12/2006)
Regolamento Edilizio Comunale (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 27/07/2010)
•Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo  D.M. del 10 luglio 2002 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 226/26.09.2002
•Codice in materia di protezione dei dati personali (D. lgs. 196/2003)

indietro
segnala questa pagina
stampa
torna a inizio pagina

Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | centralino 010557111
C.F. /P. IVA 00856930102 | pec: comunegenova@postemailcertificata.it | Privacy